Domenica, 25 Ottobre 2020

Office 2013 ha finalmente visto la luce, con l’annuncio della Consumer Preview da parte di Microsoft. Con la nuova versione della suite per l’ufficio, l’azienda di Redmond ha ulteriormente sottolineato il desiderio di cambiamento e innovazione. Lo confermano il mancato supporto a Windows XP e Vista, ma anche l’eliminazione del supporto a Exchange 2003 da parte di Outlook 2013.

Exchange 2003 è stato rilasciato nel settembre 2003, il che si traduce in una piattaforma che ha quasi dieci anni di vista, ovvero un tempo enorme in termini informatici. Non è sorprendente, quindi, che Microsoft abbia deciso di abbandonare la compatibilità per la piattaforma. Un deciso passo in avanti per la società, nota in passato proprio per il sostegno alle tecnologie più “vecchie”, eppure sembra che il nuovo corso sia quello di un rinnovamento all’interno di una nuova linea. Il concetto alla base di questo cambiamento è chiaro: se si è costretti a sostenere tutti i propri software per sempre, si rischia di sviluppare piattaforme “gonfie” e di far salire i costi alle stelle.

D’altra parte, se un utente è ancora fermo alla versione 2003, probabilmente è più consigliabile per lui effettuare un aggiornamento a un’edizione versione più recente di Exchange, sfruttando in particolar modo le nuove caratteristiche che vanno ad aggiungersi a stabilità e protezione migliori.

Infine, la rimozione del supporto a Exchange 2003 da parte di Office 2013 non è così sorprendente, poiché qualcosa di simile è già successo in passato: Outlook 2010, infatti, non supporta Exchange 2000. Per gli utenti, invece, potrebbe rivelarsi vantaggioso dare un’occhiata allenuove funzionalità introdotte nella suite, che potrebbe arrivare sul mercato in versione definitiva entro la fine dell’anno.

 

fonte: http://www.webnews.it/2012/07/18/outlook-2013-addio-a-exchange-2003/

In Symantec Endpoint 12.1 RU1 non esiste l’opzione di poter troncare il file sem5.log con il brutto risultato di ritrovarsi a distanza di tempo con il disco fisso senza spazio ed un file .log da diversi gigabyte.

Ecco la Procedura :

  • Aggiornate il prodotto all’ultima versione e vi ritrovate nell’interfaccia l’opzione per poter troncare il file e ricostruire gli indici.
  • Create uno script e lo schedulate che si occupera’ di questa “trascurabile” mancanza da parte di Symantec

Creazione dello Script

Aprire NOTEPAD e creare un file .BAT all’interno del quale inserite questo codice.

net stop semsrv
net stop SQLANYs_sem5
attrib -r “C:Program Files (x86)SymantecSymantec Endpoint Protection Managerdbsem5.log”
del “C:Program Files (x86)SymantecSymantec Endpoint Protection Managerdbsem5.log”
net start SQLANYs_sem5
net start semsrv

Fate attenzione alla cartella dove risiede il file sem5.log se corrisponde a dove e’ realmente presente il file. Salvate il file dove meglio credete, io personalmente ho l’abitudine di creare una cartella c: atch.

Creazione della Schedulazione

A questo punto e’ possibile aprire il Task Scheduler e creare un processo automatizzato (io l’ho messo ad ogni 24ore) con alti privilegi puntando al file che avete appena creato.

Ad ogni esecuzione si preoccupa di stoppare il server DB, cancellare il file sem5.log e far ripartire il server database.

Link all’articolo per la versione aggiornata del prodotto

Link all’articolo per la creazione dello script

 

fonte: http://www.defaultuser.net/come-liberare-lo-spazio-usato-da-sem5-log-in-symantec-endpoint-12-1/#.VTC_H_msWSo

Per settare una stampante come predefinita ci sono due modalità:

  1. Tramite Dispositivi e Stampanti presente nel Pannello di Controllo facendo click con il tasto destro sulla stampante e selezionare "Imposta come stampante predefinita".
  2. Andando a modificare i registri di sistema

Questo secondo metodo deve essere usato solamente quando, per qualche motivo, non è possibile utilizzare il primo.

Apriamo l'Editor del registro di Sistema(in Windows Xp Start-->Esegui-->Regedit mentre per le versioni successive Start-->Regedit(nella casella Ricerca file e programmi))


Spostarsi all'interno di questo percorso: HKEY_CURRENT_USER/SOFTWARE/MICROSOFT/WINDOWS NT/CURRENTVERSION/WINDOWS. Nella parte destra della schermata si dovrebbe trovare un valore stringa chiamato Device di tipo REG_SZ contentente nel campo dati le informazioni relative all'attuale stampante predefinita(in questo caso un Hp 1250).

Procediamo ora con la modifica dell stampante predefinita cliccando, con il pulsante destro del mouse, sulla stringa device e nel menù che compare slezionando "Modifica...". 
Nella mascherina che comparirà impostare il nome della stampante che vogliamo che diventi quella predefinita.

Se voglio che la mia stampante predefinita non sia più la Hp 1250 ma che sia la Lexmark E250 modificherò la stringa in questo modo: LexmarkE250,winspool,Ne04: e premerò ok.

N.B:Se l'utente non dispone delle autorizzazioni per la modifica del registro di Sistema andare in "Modifica-->Autorizzazioni" ed aggiungere l'utente che manca dandogli il controllo Completo.

Non dovrebbe essere necessario riavviare il computer per far si che tali modifiche abbiamo effetto

 

fonte: http://andreafaion.altervista.org/altro/88-settare-stampante-come-predefinita-tramite-regedit

Ad alcuni clienti è capitato di non riuscire a visualizzare l’esito di un controllo Entratel a causa di un errore “Impossibile trovare il file Wordpad … “ .

Di seguito i due modi di intervenire per risolvere il provblema:

WINDOWS XP

  • Andare sulla cartella C:windowsinf  (se non riuscite ad inviduare la cartella è necessario attivare la visualizzazione dei file nascosti e di sistema da Opzioni Cartella)
  • Cercare e posizionarsi sopra il file wordpad.inf;
  • Fare click sopra il file con il tasto destro del mouse e di seguito fare click su Installa

 

WINDOWS 7 / WINDOWS 8 e 8.1

  • Individuare un qualsiasi file *.wri  (se non fosse disponibile nessun file di questo tipo è necessario crearlo)*
  • Posizionarsi sopra il file e fare click con il tasto destro del mouse.
  • Scegliere: “Apri con …” > Programma predefinito
  • Scegliere “Wordpad” e, se Wordpad non appare, scegliere “Altre Opzioni”
  • Scorrendo verso il basso trovare e selezionare Wordpad

 

* CREARE UN FILE .WRI

  • Aprire Word o un qualsiasi altro editor di testi
  • Inserire qualsiasi cosa (anche una sola lettera)
  • Salvare il file con nome test.wri – Selezionare .wri per la tipologia di file da salvare (se non fosse presente si può salvare anche in formato txt, l’importante è che il nome del file contenga l’estensione .wri)
  • Una volta salvato procedere come evidenziato sopra

Whats New

Releated News