Domenica, 16 Febbraio 2020

BUSINESS NEWS

L’aggiornamento a Windows 10 ha portato con se tante novità, sia da un punto di vista estetico che funzionale. Una delle novità che ha caratterizzato la nuova release del sistema operativo è sicuramente l’aumento dellaprotezione del nostro sistema; infatti Windows “controlla” tutto ciò che installiamo nel nostro pc. Questa è sicuramente un’ottima cosa, ma a volte ci impedisce di effettuare particolari operazioni, nonostante il nostro sia un Account Amministratore.

Abbiamo riscontrato durante l’utilizzo di questo nuovo S.O. un fastidiosissimo problema, dato dalla totaleimpossibilità di installare alcune applicazioni che il sistema non ritiene sicure. Purtroppo però, questo “giudizio” di rischiosità non sempre è corretto, infatti spesso viene bloccata anche l’installazione e configurazione di software per stampanti.

Che dire, una vera è propria seccatura, che al momento non sembra avere una risoluzione definitiva. Anche disattivando firewall, Windows Defender o abbassando la protezione da Internet Explorer, la cosa non sembra variare.

Unica soluzione disponibile, è l’installazione del software tramite Prompt dei comandi, che di certo non è pratica come un doppio click, ma in mancanza di alternative, è sempre meglio che niente!!

  • Apriamo il Promp dei Comandi come amministratore (tasto destro su Start);
  • Digitiamo cd c:/ (C sta ad indicare la partizione dove è allocato il file, ovviamente se il file è allocato in un supporto esterno o in altre partizioni, sostituiamo C con la lettera corrispondente) e premiamo Invio;

  • Apriamo la cartella dove è contenuto il nostro file di installazione;
  • Premiamo i tasti Ctrl + Shift e clicchiamo con il tasto destro del mouse sul software da installare (senza rilasciare i tasti);
  • A questo punto clicchiamo su Copia come Percorso;
  • Torniamo al prompt dei comandi e clicchiamo con il tasto destro del mouse per incollare automaticamente tutta la stringa;
  • Premiamo Invio e la nostra installazione verrà automaticamente avviata!

In attesa di soluzioni più pratiche e definitive, questi semplici passaggi ci aiuteranno ad installare tutto ciò di cui abbiamo bisogno!

 

Il problema all'apertura del file

Quando succede che all'avvio di un'applicazione Java appare un errore per cui il software non può continuare e ci lascia senza risposte, allora è il momento di trovare nella rete una possibile soluzione. Qui si tratta di quella che presenta una frase simile a quella che abbiamo scritto nel titolo. Ossia certificati che non corrispondono. E che significa?
I software ci hanno abituato alle più svariate sorprese. Anche quando cerchiamo di scaricare il modello per la dichiarazione dei redditi, il famoso UNICO da compilare con un programma sul nostro pc, può capitare che non si avvii il download vero e proprio e Java faccia i capricci. Come risolvere?
 

Come procedere per rettificare il problema

L’errore di cui si parla: LE RISORSE JAR NEL FILE JNPL NON SONO FIRMATE DALLO STESSO CERTIFICATO, viene visualizzato quando si apre un programma che ha a che fare con un applicativo Java Web, ossia quando ci si collega, automaticamente, con la rete per scaricare un altro software che comunica con un certo server. Per la verità, certe volte, non appare alcun messaggio di errore e il download si blocca senza avvertimento. Ecco che si presenta un problema che pare insormontabile. Invece basta seguire questi pochi passi:

  1. clicca su Start, in basso a sinistra del pc;
  2. scegli Pannello di controllo;
  3. clicca su Java;
  4. nella linguetta Generale bisogna cliccare su Impostazioni... che si trova nella sezione dei File temporanei Internet;
  5. quindi clicca su Elimina file...;
  6. OK fino a chiudere il tutto.

Basta così.
Semplice e rapido. Da questo momento in poi si può tornare ad avviare l'applicativo Java che si collegherà al Web senza più visualizzare l'errore di cui sopra. Eppure chi ha avuto questo intoppo con l'Agenzia delle Entrate non ha trovato nel sito stesso alcuna soluzione!
Per completezza sui malfunzionamenti simili si possono seguire anche i consigli forniti in quest'altra pagina.

Windows 8, è uno spettacolo per gli occhi ed ha tante novità e funzioni da offrire, ma alle volte fa capricci ad accettare DRIVER di Hardware vecchio nato con i sistemi operativi precedenti.

Ebbene esiste un metodo per cercare di far funzionare i vecchi dispositivi che proprio non vogliamo buttare sul nostro nuovo e fiammeggiante Win8.

Quello che ci servirà fare, sarà disattivare il controllo della firma digitale dei driver e per far ciò ci avvaleremo di 2 metodi.

  • Il 1°metodo è testato e funzionante sia per Windows 8 che per Windows 7 che in alcuni casi ha le medesime problematiche.

Premiamo dalla tastiera contemporaneamente i tasti WIN ed R.

Si aprirà la finestra Esegui da dove dovremo digitare gpedit.msc  confermando con OK.
Aperta la schermata, dell’editor dei criteri di gruppo, rechiamoci alla cartella Installazione dei driver, seguendo il percorso Modelli amministrativi / Sistema / Installazione dei driver.
Arrivati nella cartella Installazione dei driver fare doppio click alla voce firma codice per driver del dispositivo.
Aperta quindi la schermata delle opzioni selezionare la voce Attivata ed il valore Ignora.
Fata click su Applica, premere  OK e poi riavviate il PC!

 

  • Il primo metodo è finito, ma se ancora dovessero esserci problemi potete provare con il secondo metodo che pero ricordiamo è compatibile solo con il moderno WINDOWS 8.

 

  • 2°Metodo per Windows 8

Premiamo come in precedenza sulla tastiera contemporaneamente i tasti WIN ed R.
Nella finestra Esegui digitare shutdown.exe /r /o /f /t 00 e confermare con OK.
Il PC si riavvierà e vi ritroverete ad una schermata blu chiamata Scegli un opzione.
Cliccare su Risoluzione dei problemi / Opzioni avanzate / Impostazioni di avvio ed infine su Riavvia.
Il PC verrà nuovamente riavviato nella schermata delle opzioni avanzate di avvio.
Premere il tasto corrispondente alla dicitura Disattiva imposizione firma driver che dovrebbe essere nella stragrande maggioranza dei casi pari al tasto 7.

Il secondo metodo è finito ora dovreste essere in grado quasi sicuramente di installare i vostri driver.

 

fonte: http://linformaticoweb.altervista.org/blog/rendere-compatibili-vecchi-driver-con-windows-8/?doing_wp_cron=1448370484.6641891002655029296875

Uno dei problemi più gettonati tra gli utenti che hanno aggiornato a Windows 10 o comunque hanno deciso di installare il recente sistema operativo Microsoft, consiste nell'apparentemente inspiegabile comparsa di una schermata nera all'avvio o dopo il login.

Per risolvere la comparsa dello schermo nero in Windows 10, è possibile applicare una serie di semplici passaggi.

Schermo nero in Windows 10 dopo il login

Se Windows 10 mostra la schermata di login e lo schermo diventa nero solamente dopo aver scelto l'account utente desiderato ed introdotto la corrispondente password, il primo suggerimento è quello didisconnettere una dopo l'altra, tutte le periferiche hardware esterne.
Se, a seguito della disconnessione di una specifica periferica, la schermata nera dovesse scomparire, si sarà individuata la causa del problema.
Per risolvere la comparsa della schermata nera in Windows 10, di solito basta visitare il sito web del produttore dell'hardware quindi provvedere a scaricare ed installare il driver aggiornato.

Nel caso in cui la disconnessione delle varie periferiche esterne non dovesse risolvere il problema, il consiglio è quello di riavviare Windows 10 in modalità provvisoria.

Come già visto nel caso di Windows 8.1 (Riavviare in modalità provvisoria Windows 8.1, Windows 8 e Windows 7), anche Windows 10 non prende più in considerazione la pressione del tasto F8 al boot del sistema.
Per riavviare velocemente in modalità provvisoria dall'interno di Windows 10, basterà cliccare sul nuovo pulsante Start, selezionare dal menu la voce Arresta quindi tenere premuto il tasto MAIUSC mentre si fa clic su Riavvia il sistema.

Al successivo riavvio della macchina, apparirà automaticamente il menu di emergenza con le tre opzioniContinua, Risoluzione dei problemi e Spegni il PC.

 

 

Windows 10, schermo nero all'avvio o dopo il login

Cliccando su Risoluzione dei problemi quindi su Opzioni avanzate, bisognerà selezionare Impostazioni di avvio ed infine cliccare su Riavvia.

Windows 10, schermo nero all'avvio o dopo il login

Dopo il reboot, premendo il tasto F5, si attiverà l'accesso alla modalità provvisoria di Windows 10.

 

In alternativa, da Windows si potrà avviare l'utilità MSCONFIG, scegliere la scheda Opzioni di avvio, selezionare l'opzione Modalità provvisoria quindi scegliere in che modo si vorrà accedere alla modalità provvisoria. Selezionando Rete, ad esempio, Windows verrà avviato in modalità provvisoria con supporto di rete.
Facendo clic su OK quindi riavviando Windows 10, il sistema sarà riavviato in modalità provvisoria.

 

Windows 10, schermo nero all'avvio o dopo il login

Una volta entrati nella modalità provvisoria di Windows 10, si dovrà accedere al Pannello di controllo del sistema operativo (Windows+XPannello di controllo) quindi scegliere Schermo.
Da qui, cliccando su Cambia le impostazioni dello schermo, bisognerà verificare che Windows 10 utilizzi lo schermo corretto.
Se quest'intervento non dovesse essere risolutivo oppure se si utilizzasse un unico schermo, si dovrà provare a disinstallare i driver della scheda video.

Per procedere, è sufficiente usare – di nuovo – la combinazione di tasti Windows+X quindi scegliereGestione dispositivi dal menu.

Una volta nella finestra Gestione dispositivi, si dovrà cliccare due volte su Schede video, fare clic con il tasto destro del mouse sul nome della scheda grafica quindi selezionare il comando Disinstalla.

Riavviando normalmente il sistema, Windows 10 dovrebbe reinstallare il driver corretto della scheda video ed il problema legato alla comparsa dello schermo nero dovrebbe risolversi.

Schermo nero prima della comparsa della finestra di logon di Windows 10

Se lo schermo nero in Windows 10 appare prima della comparsa della finestra di logon, si dovrà necessariamente riavviare il sistema in modalità provvisoria.

Dal momento che Windows 10, di default, non supporta la pressione del pulsante F8 all'avvio, il consiglio è quello di riavviare la macchina un paio di volte alla comparsa del logo del sistema operativo, in fase di boot.
Dopo un paio di riavvi forzosi, effettuati manualmente, sotto al logo di Windows 10 dovrebbe apparire il messaggio Preparazione del ripristino automatico.

 

Windows 10, schermo nero all'avvio o dopo il login

Basterà attendere la comparsa del menu di boot di Windows 10.

A questo punto basterà fare clic sul pulsante Opzioni avanzate quindi su Risoluzione dei problemi e seguire le indicazioni al paragrafo precedente (Schermo nero in Windows 10 dopo il login).

In alternativa è possibile utilizzare il supporto d'installazione di Windows 10 scaricabile gratuitamente da questa pagina (paragrafo Windows 10 ISO Downloads).

Verificando lo schermo impostato come predefinito ed eventualmente disinstallando il driver della scheda video, il problema della schermata nera all'avvio di Windows 10 dovrebbe risolversi.

Nel caso in cui all'interno della sezione Schede video della finestra Gestione dispositivi, fossero indicate più schede grafiche, il consiglio è quello di disattivare tutti i driver eccetto uno. Se al successivo riavvio di Windows il problema dovesse scomparire, si sarà trovato la causa. In caso contrario, si potranno disattivare, uno per uno, gli altri driver andando così per esclusione.

 

fonte: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Windows-10-schermo-nero-all-avvio-o-dopo-il-login_12749

Whats New

Releated News

 email: mail@fresos.it

Newsletter

Subscribe to our Newsletter

Mailing Lists
Anti-Spam: What color is the sky?
Loading...