Giovedì, 09 Luglio 2020

BUSINESS NEWS

Usando Windows 7 può capitare che dei collegamenti sul Desktop (link a risorse esterne come computer in rete ma anche link a penne USB memory card etc.) scompaiano misteriosamente.

Questo perché Windows Seven periodicamente va alla ricerca di link non funzionanti e li rimuove automaticamente. In effetti questa sorta di pulizia automatica è abbastanza noiosa perché rimuove dei collegamenti a risorse che momentaneamente non sono visibili me che potrebbero esserlo in un secondo momento (ad esempio quando colleghiamo il pc alla rete aziendale o quando reinseriamo la nostra pennetta USB).

Per ovviare a questo problema è sufficiente disattivare una operazione pianificata di windows Seven in questo modo:

Da pannello di Controllo 

selezionare “Sistema e Sicurezza”,
poi “Strumenti di Amministrazione” 
poi “Utilità di Pianificazione”

Una volta entrati nell’utilità di pianificazione,
entriamo dentro “Utilità di Pianificazione (Computer Locale)”
poi dentro “Libreria Utilità di pianificazione”
poi dentro “Microsoft”
poi dentro “Windows”
poi dentro “Diagnosis” 

Nel riquadro centrale ci apparirà una operazione chiamata “Scheduled” che si esegue alle ore 1:00 di ogni Domenica. DISABILITIAMOLA!

In fatti se questa è abilitata tutti I collegamenti ad dirive esterni quali card readers, usb drives, CD/DVD a computer in rete, a cartelle in rete potrebbero essere rimossi automaticamente perché visti come “broken”.

 

fonte: https://social.technet.microsoft.com/Forums/it-IT/bfe9487d-5894-4327-9a8a-8c698341c1e0/sparizione-icone-dal-desktop-windows-7?forum=windowsserverit

Se all'avvio di office 2003 (qualsiasi programma)vi chiede il file SKU111.cab, Ecco la soluzione:
http://www.wiredbox.net/Forum/Thread281 ... 1-cab.aspx

In italiano:

  1. Andare su Start > Esegui e scrivere EXCEL /S e dare invio
  2. quando si apre la finestra che chiede il file lasciarla aperta e premere Ctrl+Alt+Canc
  3. Cercare il porcesso msiexec.exe e terminare solo quello che ha accanto il nome dell'utente in uso (quindi NON quello che è eseguito da SYSTEM o altri)
  4. Ora Excel dovrebbe aprirsi normalmente. Chiuderlo e ri-aprirlo come al passo 1, non si dovrebbero avere finestre di errore


Se è così chiudere Excel e provare ad avviarlo normalmente. Non ci dovrebbero essere più intoppi 
Dovrebbe funzionare anche con Word, Power Point ecc.

fonte: http://www.pc-facile.com/forum/viewtopic.php?p=452317

Windows 10 comprende la sezione 'Accesso Rapido" nel File Manager introdotta per semplificare l'accesso alle cartelle frequenti e ai file recenti. Avviando il file manager l'utente avrà subito accesso al contenuto di tale sezione' ripartita in due sotto-sezioni (Cartelle frequenti e File Recenti).

Gli utenti che si trovano maggiormente a proprio agio con la tradizionale visualizzazione dei contenuti mediante la visualizzazione 'Questo PC' possono impostarla per default con pochi passaggi, senza essere sempre costretti a selezionarla manualmente. Per farlo, è sufficiente:

  • Avviare il file manager
  • Seguire il percorso Visualizza > Opzioni > Modifica opzioni cartella e ricerca
  • Nella scheda 'Generale' selezionare 'Questo PC dal menu a tendina in corrispondenza di 'Apri Esplora file per'

Da tener presenti anche alcune opzioni dedicate alla gestione dei contenuti che si trovano all'interno delle due sotto-sezioni di Accesso rapido.

  • I singoli e file e cartelle possono essere rimosse selezionando l'opzione ''Rimuovi da accesso rapido" dal menu contestuale richiamabile con il tasto destro del mouse.
  • L'intera cronologia dei file recenti può essere cancellata seguendo il percorso Visualizza > Opzioni > Modifica opzioni cartella e ricerca > Privacy > Cancella
  • Seguendo lo stesso percorso (sezione Privacy), è possibile attivare e disattivare in maniera indipendente la visualizzazione delle cartelle e dei file recenti spuntando l'opzione "mostra file usati di recente in Accesso Rapido" e "Mostra Cartelle usate di recente in Accesso Rapido"

fonte: http://windows.hdblog.it/2015/08/24/windows-10-file-manager-recenti-questo-pc/

Questa è la procedura per rinnovare il certificato su Small Business Server 2008 e 2011, quindi Exchange 2007 e Exchange 2010.

Da Shell Exchange:

New-ExchangeCertificate -generaterequest -subjectname “cn=FQDN esterno dell’SBS (di solito remote.dominio.esterno o exchange.dominio.esterno”) -domainname FQDN esterno dell’SBS,hostname dell’SBS,FQDN locale,Hostname esterno,autodiscover.dominio.esterno,autodiscover.dominio.locale,localhost -path c:certrequest.req

Da CMD:

Certreq.exe –submit –attrib “CertificateTemplate:webserver” c:certrequest.req c:Exchange.cer

Da Shell Exchange:

Import-ExchangeCertificate c:Exchange.cer

Ora aprite la Console SBS, tra le varie voci c’è “Installa un certificato attendibile”, cliccatela, dite che il certificato lo avete già e nell’elenco dei certificati disponibili sul server selezionate quello appena creato (di solito quello con la data di scadenza più lontana).

Per SBS 2011 e quindi Exchange 2010 nella console di Exchange selezionando il server SBS c’è un comando a destra per la generazione del certificato che permette di saltare i comandi nella shell di Exchange. Selezionando le voci richieste (autodiscover, OWA, ActiveSync) fate la generazione del CSR. Consiglio di impostare come nome primario nel certificato l’FQDN esterno per evitare problemi con i client XP.
A questo punto potete eseguire il CertReq come sopra e poi sempre dallo stesso comando nella Exchange Console importare il certificato. Non attivatelo su nessun servizio al momento, ma utilizzate la voce “Aggiungi Certificato Attendibile” nella console di SBS come per il 2008.

NOTA: su SBS 2011 la richiesta di certificato generata tramite la console di gestione di Exchange è in Unicode ma certreq è in grado di gestire solo file ANSI e quindi se gli date in pasto il file direttamente darà errore. Per risolvere basta aprire la richiesta in Notepad, salvarlo con nome e indicare “ANSI” come encoding.

ATTENZIONE: E’ fondamentale che il nome completo esterno sia presente anche nei Subject Alternative Names del certificato altrimenti Outlook e Internet Explorer lo riterranno non valido anche se il CN è corretto.

 

fonte: http://kb.virtualvenice.it/rinnovo-certificati-sbs-con-ca-locale/

Whats New

Releated News